20 anni di neve nel torinese

La neve, nella pianura torinese, cade più frequentemente nei mesi invernali canonici, ovvero dicembre, gennaio e febbraio, con le nevicate più frequenti nel mese centrale invernale, ovvero gennaio. La neve, poi, seppur in maniera più marginale, cade anche nei mesi di novembre e marzo, e in casi eccezionali interessa anche i mesi di ottobre e aprile, anche se in questi casi gli ultimi casi di accumuli nevosi anche in pianura risalgono rispettivamente nel 1979 e nel 1991.

Questo articolo vuole trattare, in breve, della nivometria del ventennio 1991-2010 nella pianura torinese. Sono state prese come riferimento le città di Torino, Moncalieri, Villanova Canavese e Pinerolo, città di cui dispongo i dati completi per il periodo considerato.

Dal grafico 1 si vede come mediamente gli inverni molto nevosi (quali il biennio 2008-09 e 2009-10 su tutti) e gli inverni scarsi di neve (il 2006-07 che ha chiuso a 0 cm in tutte e quattro le località, e poi altri come il 1994-95 e il 1998-99, caratterizzati da alte pressioni e correnti settentrionali secche) sono gli stessi un po’ per tutte le località. Tuttavia ci sono inverni caraterizzati da frequenti “minimi bassi” quindi nivometricamente più favorevoli al pinerolese, cioè alla parte meridionale della provincia (come l’inverno 1990-91 o il 2009-10) e altri più favorevoli al villanovese, caratterizzati invece da perturbazioni ostro-sciroccose e episodi di stau da est, con valori dunque più elevati lungo la pedemontana, con la pianura più ai margini (soprattutto nel 1995-96 e, in maniera minore, nel 2000-01 e 2003-04). La zona di Torino città e dintorni (fra cui anche Moncalieri) invece è quasi sempre la meno nevosa della provincia.

Dal grafico 2 si nota la differenza fra la nevosità media delle quattro località: la località più “nevosa” risulta essere Villanova Canavese, con una media nivometrica di 36.0 cm per il ventennio, seguita da Pinerolo con 32.7 cm, poi Moncalieri con 21.9 cm e infine Torino con appena 20.3 cm. Per tutte e quattro le località gli anni 2000 sono stati più nevosi degli anni ’90, con un aumento più considerevole per Villanova Canavese, con un “gap” di 17.6 cm fra i due decenni. Pinerolo anche ha avuto un discreto aumento, ma meno accentutato, di 10.0 cm esatti. Moncalieri e Torino hanno avuto un aumento ancora più contenuto, con rispettivamente con 8.6 cm e 4.8 cm di differenza.

Qui ci sono gli allegati per i valori stagionali delle singole località con la corrispettiva “linea di tendenza”:

Torino

Moncalieri

Villanova Canavese

Pinerolo

 

E infine, nella tabella, l’inverno più nevoso dell’ultimo ventennio località per località:

Torino 08/09 66 Villanova C. 95/96 113
Moncalieri 08/09 70 Pinerolo 09/10 101
Precedente Cronache e statistiche "bianche" a Carmagnola Successivo Nevi di "fuori stagione": "meglio" novembre o marzo?